12764330_10153453847382717_7877367703465796418_o

Vi sveliamo il segreto della nostra pizza!

Nonostante siano così buone, non siamo gelosi delle nostre pizze! Ecco perché abbiamo deciso di svelarvi cosa si nasconde dietro una nostra superpizza.
Non c’è solo passione e dedizione ma soprattutto tanta tecnica e volontà di mangiar sano.
Si mangiar sano, perché una pizza dall’impasto sbagliato continua a “lievitare” nella pancia anche molte ore dopo averla a mangiata!

Riccardo sostiene che non sia un vero e proprio segreto ma è semplicemente una tecnica antica che i pizzaioli tradizionalisti, come lui, amano applicare: la maturazione.
La maturazione dell’impasto è una tecnica di assoluta importanza da apprendere per variare l’offerta di pizze più leggere, buone, croccanti e assolutamente digeribili rispetto ad altre.

Ma qual’è la differenza tra lievitazione e maturazione?

La lievitazione è il processo che permette l’aumento di volume dell’impasto reso possibile dall’azione fermentativa del lievito che produce anidride carbonica e che rimane intrappolata nella struttura del glutine.

La maturazione è invece un insieme di processi che vanno nella direzione inversa di quello che succede durante l’impastamento, ossia le strutture più complesse, proteine, amidi e grassi, vengono scomposti progressivamente in elementi più semplici.
Il processo di maturazione è fondamentale nella preparazione di una buona pizza, in quanto aiuta a produrre gli aromi e il colore tipici del pane appena sfornato, favorisce la lievitazione e rende la pizza più digeribile.
I due processi richiedono tempi molto diversi, la bravura del pizzaiolo sta proprio nel saper determinare il momento migliore per infornare le pizze!

0 682